chi sono


Ho 60 anni e da qualche anno sono trader indipendente a tempo pieno. Vivo in provincia di Lecco e opero sui future (inidici USA, commodities) e qualcosa su azionario americano.

Mi sono avvicinato alle borse nel 2005, solo come piccolo investitore, senza capirci davvero niente. Era il periodo delle prime quotazioni di aziende tecnologiche come Google, Amazon, Yahoo ecc.  Qualche piccola operazione indovinata, qualcuna no, ma quando si guadagnava qualcosa l'euforia era molta. E sembrava facile...
Così, casualmente, sceglievo titoli e investivo qualche soldo, senza sapere nemmeno cosa fosse un grafico. Infatti poi qualche operazione è stata tragica. Ma non dico niente di nuovo, molti hanno agito così all'inizio. Anche con un po' di presunzione.

Poi alcuni anni fa ho chiuso un'attività commerciale... un po' la crisi, un po' altre cose, un po' non era quello che mi aspettavo... insomma, ho venduto l'attività e ho preso la decisione di dedicarmi al trading.
Ovviamente come per qualsiasi cosa si deve prima di tutto capire con cosa si ha a che fare e poi studiare... molto! Ho cominciato a frequentare tutti i corsi possibili, ovviamente partendo dalla base. Ho cominciato a comprare libri tecnici. Il primo fu quello che io chiamo "La Bibbia" e che chiunque voglia avvicinarsi anche solo come investitore alle borse dovrebbe studiare: "Analisi tecnica dei mercati finanziari" di John Murphy.

Nel frattempo passavo le giornate davanti al monitor guardando e studiando grafici... ma un po' per presunzione e un po' per provare ho cominciato (anche se non avrei dovuto!) a fare qualche operazione con denaro reale.

Avevo partecipato a parecchi eventi gratuiti, avevo visto molti webinar gratuiti... però mi chiedevo come mai era tutto gratis. Adesso so perché. Certo è che come in ogni professione ci vuole formazione e molto pochi hanno l'umiltà di capire che bisogna investire in formazione con persone adeguate prima di operare con soldi veri. Ma tutti noi siamo presuntuosi e pensiamo di essere migliori degli altri. 
Tutto il giorno tenacemente davanti ai grafici, a studiarli, a cercare di capire, a provare tecniche che avevo studiato o che avevo visto ai corsi. A lottare con me stesso e le mie emozioni... La sera, prima di dormire studiavo sui libri un paio d'ore. E a mano a mano crescevo, compravo libri nuovi sempre più tecnici, imparavo cose nuove, facevo simulazioni, ma più studiavo e più cresceva l'incertezza e crescevano i dubbi... e alla fine mi sono deciso a fare un po' di formazione con un grande trader e una grande persona di cui posso orgogliosamente dire di essere diventato amico.
Nella sezione "trading e psicologia" vi racconterò la mia esperienza e i miei errori.

E sono arrivato ad oggi. Come tutti i traders ho passato il mio periodo nero (che non sarà l'ultimo sicuramente) e ho avuto i miei momenti buoni. Attualmente ho sviluppato alcune tecniche che uso giornalmente, altre che ho preso da altri traders o sui libri, sto avendo i miei buoni risultati e la mia continuità... ma non smetto di studiare, di osservare. In fondo gli "speculatori" sono osservatori (la parola latina "specular" vuol dire osservare). Questo è un lavoro meraviglioso, indipendente, affascinante, ma difficilissimo. Soprattutto ora che i mercati sono gestito in gran parte da algoritmi quantitativi. Il mercato è matematica, prima lo si capisce e meglio è. E quindi bisogna parlargli con il suo linguaggio, la matematica. Quindi ho studiato la volatilità e rispolverato qualche concetto matematico.

Nel 2016 l'incontro con Trading Library. Ho pubblicato il mio primo libro "Analisi candlestick", nella collana "Le guide pratiche", un manualetto semplice e utile da tenere sulla scrivania, con esempi operativi, considerazioni e idee, e test di autovalutazione. L'anno successivo iol secondo "Gap e trendline", anch'esso nella stessa collana, dove si parla di operatività con i gap e i lap, come usare le trendline. Anche qui test di autovalutazione, idee e suggerimenti utili per il trading.

All'inizio del 2019 pubblico autonomamente quello che è il libro che io avrei voluto leggere all'inizio della mia carriera: "Mind trading: nel flusso del mercato. Consapevolezza, atteggiamento mentale e metodo per conquistare la continuità". Mi è costato molto studio e ricerca, un anno e mezzo di lavoro ma credo di essere riuscito a scrivere un libro che in maniera chiara e con linguaggio semplice parla di cosa è veramente il trading, parla di noi e delle nostre emozioni, di come rimaniamo vittime degli inganni della nostra mente, di come riuscire a venirne fuori, di come affrontare il trading e crearsi un metodo per raggiungere la continuità.

Ho partecipato a eventi del settore con seminari su vari argomenti tecnici, ma mi sono "specializzato" nell'atteggiamento mentale nel trading. Faccio qualche corso personalizzato via Skype sempre rivolgendo l'attenzione alla persona, erchè sono le persone che fanno trading. Noi purtroppo spesso pensiamo che sia una tecnica quello che ci permette di guadagnare e ci dimentichiamo che la quasi totalità del trading è dentro la nostra testa. E' quindi a noi stessi che dobbiamo rivolgere l'attenzione. Se non c'è equilibrio mentale e controllo la tecnica non serve a nulla.

Ho creato questo sito per condividere emozioni, esperienze e tecniche con chi leggerà. Ho ancora molto da imparare e non smetterò mai di studiare, perchè in questo mestiere lo studio continuo è la base di tutto. Mi auguro che la mie esperienza aiutare qualcuno e se c'è chi vorrà darmi consigli li accetterò volentieri.
Approfitto anche per ringraziare i miei colleghi, gli amici con cui condivido questo lavoro, persone di tutta Italia che "vedo" ogni giorno in questa nostra grande trading room virtuale sul web. Pochi selezionati e competenti amici che mi hanno dato e continuano a darmi molto e a cui spero poter dare altrettanto. Sono pochi perchè sono poche le persone in questo settore di sirene degne di nota, rispetto e stima.

Concludo con un consiglio a chi volesse avvicinarsi a questa attività: se siete solo investitori studiate almeno un pochino, quel tanto che vi basta per poter fare scelte mirate, basterebbe il libro di Murphy. Se volete invece arrivare a essere trader a tempo pieno e fare di questo la vostra professione vi dico... STUDIATE! STUDIATE! STUDIATE!

E non siate presuntuosi, investite in formazione. Imparerete cose importanti nel modo giusto e vi costerà sicuramente meno dell'insieme delle perdite che sosterrete se vorrete fare tutto da soli.

Buon trading.

Disclaimer - Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono in nessun modo sollecitazione all'investimento. Chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle informazioni riportate lo fa a proprio rischio, discrezione e responsabilità.

 
 Promozione

Grazie alla partnership con IG, con l'apertura di un conto minimo di 1000€ riceverai in omaggio uno dei miei indicatori pattern candlestick o volatilità per Prorealtime con licenza di 1 anno. Oppure, a scelta, puoi ricevere una copia del libro Mind Trading.